venerdì 31 maggio 2013

Ristorante "Ladro" , Melbourne, Australia

Oggi vi propongo un ristorante-pizzeria italiano che si trova a Melbourne, in Australia.
A me piace molto: rispecchia la mia "sensibilità" di architetto, e suscita anche molta curiosità e approvazione. Questo è il genere di stile che piace a me: un concept apparentemente semplice, ma molto, molto raffinato e chic.

Ladro si propone quasi come un'anti-pizzeria dall'ambiente stylish e dall'atmosfera casual-ma-non-troppo-casual. Il locale si trova nel quartiere centrale di Fitzroy di Melbourne, culla della cultura bohémienne di questa città.
I progettisti sono gli stessi proprietari Sean e Ingrid, ed è questa la ragione per cui il locale (..in realtà ne hanno due: uno in Gertrude St e uno in Greville St ..) risulta frizzante e decisamente di tendenza.

Le foto che seguono mostrano ampiamente la mia tesi. Una cosa in particolare tengo a sottolineare. All'interno del ristorante è stata messa l'installazione "Before I die..." che trovo eccezionale, sia dal punto di vista estetico che da quello sociale e architettonico,.... e, ..  last but not least, a dir poco geniale per quanto riguarda l'aspetto del marketing..!! :)



























mercoledì 8 maggio 2013

Parliamo del bianco, conosciamolo meglio.

 Mai sottovalutare la potenza di questo super neutrale. Funziona con qualsiasi altro colore, in qualsiasi contesto, ovunque.




Generalità
Un colore senza tonalità a un estremo della scala dei grigi, di fronte ed opposto al nero. Una superficie bianca riflette la luce di tutte le tonalitaà completamente e diffusamente.
La maggior parte dei cosidetti bianchi sono tutti gli altri colori delle scale cromatiche, ma con bassa saturazione e molta luminosità. Avremo, quindi, tantissimi bianchi tendenti per esempio al colore beige, giallo, rosa, cleste, verde, e così via.

Il bianco riflette la luce. La neve fresca, per esempio, che ha una componente di nero (quindi tendente al grigio) riflette circa l'80 per cento della luce incidente, ma per essere rigorosamente bianca, la neve dovrebbe riflettere 100% della luce incidente:
Insomma, il bianco è il limite ultimo di una serie di sfumature di qualsiasi colore.

Attribuzione di significati
Sinonimo di innocenza, purezza verginale, sterilità, equità, neve, gelo, latte, vuoto, trasparenza, onestà, affidabilità, buon auspicio, fortuna, non pericolosità. In oriente è il colore del lutto.
Il colore Bianco comprende tutti i colori dello spettro luminoso e come significato sta agli antipodi del colore Nero: infatti simboleggia il confine che segna l’inizio della fase vitale.
Il Bianco esprime speranza per il futuro, fiducia nel prossimo e nel mondo in genere. Rappresenta lo stato di purezza e i nobili sentimenti e la voglia di cambiamento.

Psicologia del bianco
Chi ama il Bianco rivela una spiccata tendenza al fatalismo, ma al contempo esprime creatività e immaginazione. Chi preferisce il Bianco ha il continuo desiderio di cambiamento e viene stimolato dalle novità che la vita gli presenta. Ha grande fiducia negli altri e in tutto ciò che il futuro gli riserva ma, allo stesso tempo, può crearsi delle illusioni e peccare di ingenuità.

Chi rifiuta il colore Bianco non si fida molto degli altri e ritiene che il futuro vada scritto senza lasciare al caso o al “fato” le redini dei giochi. Sovente fermo sulle sue posizioni, non ama le novità ed è restio ad apportare bruschi cambiamenti nella propria vita. Molto pragmatico e razionale difficilmente, chi non sopporta il Bianco, lascia spazio all’immaginazione e alla sensibilità d’animo.

Siete d'accordo?













 




lunedì 29 aprile 2013

Voglia di fiori

Oggi sento odore di aria di primavera. Una sensazione che percepisco nell'aria, così, tutto d'un tratto. Oggi.

Le mie roselline gialle sono in fore. La pianta, essendo una rosa "rampicante", è sopravvisuuta nonostante il mio misero pollice verde, e sta crescendo molto. Dolce e delicata anche nei suoi colori per la quale la scelsi con cura qualche anno fa, è arrivata a coprire tutto il muretto a lato del mio garage, si sta allungando sulla recinzione del giardinetto del mio vicino, e sul terrazzo della signora del primo piano, che mi chiese se poteva direzionarne un ramo e portarla anche da lei, a coprire il suo pergolato....
Un profumo di gioia condivisa...anche lì!  ^_^

Non ho una foto ora qui con me, ma oggi la faccio, prometto, e ve la posto qui o su Facebook.

Intanto vorrei condividere con voi queste foto bellissime.

Buona primavera a tutti.....

















mercoledì 20 febbraio 2013

La casa che vorrei

Voi ci avete mai pensato davvero a come dovrebbe essere la vostra casa dei sogni? Io sì, tutti i giorni ..


Allora, vediamo un po'... Come sarebbe la casa che vorrei..
Uhm.. Domanda facile, ma dalla lunga risposta! 



Comunque provo a descrivervela!
La mia casa ideale, in realtà, sarebbe più o meno come quella in cui già vivo, che ho creato un po' alla volta: in continua evoluzione e aggiustamento. Una casa accogliente e bella, anche se un po' più disordinata rispetto al "museo" intonzo che era all'inizio. Ma, d'altra parte, sono tante le avventure che la mia casa ha vissuto con me: mia figlia, il gatto, .(il marito.. hehe)...e tutte le cose che si sono aggiunte con il passare del tempo.

Forse sì,  la vorrei più grande, non posso negarlo; vorrei anche un balcone o un giardino che non ho,.., e magari anche altro, chissà.
Ma la mia casa mi piace. E mi piace anche tanto! L'ho scelta io; sono io che l'ho voluta in città, e in città dei piccoli compromessi sono stati inevitabili.

Però di una cosa sono sicura: la mia casa ha tutte le qualità che volevo e che cercavo da sempre. Forse qualcuna ancora in versione mignon, ... ma è la mia casa, la nostra casa, quella dove vive la mia famiglia ... gatto compreso!

In ogni caso, visto che, comunque, il titolo di questo post scrive "..che vorrei",  io voglio sognare ancora di più. E, se si sogna, conviene farlo in grande!! Non trovate?

E voi? Voi come vorreste che fosse la vostra?



Tanto per iniziare, la mia casa ideale dovrebbe avere grandi vetrate e tanta luce






dovrebbe essere molto accogliente e conviviale






dove ognuno abbia un suo posto comodo e riservato..








dove coesistano pezzi di "design", vintage, home made, ikea,...e il giusto mix fra i materiali e i colori












dove non manchino gli spazi per i ricordi....




 

con uno spazio all'aperto








e dove non manchi mai tanta, tantissima serenità.







E voi? Voi come la vorreste?

Grazie,
Francesca Croci


(rif. immagini qui e qui)




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...